IL MIO GIORNALE







"Il mio giornale" è un libro importantissimo, per me.

E' stato il mio primo libro pubblicato con una casa editrice, il primo ingresso in questo mondo che tutti dicevano complicato e inaccessibile: la collaborazione con Edizioni Lapis in realtà è nata in modo così semplice, cordiale e spontaneo che la strada mi è sembrata subito in discesa e, per quanti "no" posso aver ricevuto da altri in seguito, ogni volta che lavoro per loro o mi trovo a mostrare i disegni a Rosaria, a pranzare con Chiara e Manuela, a parlare con Paola e Gianmarco, mi sembra quasi di tornare a casa e riprovo, ogni volta, l'entusiasmo e la vertigine che ho sentito nel mio primo viaggio a Roma, in casa editrice. A loro, alla loro fiducia, va il mio primo e profondo GRAZIE.

Un altro grazie va poi agli autori, Fabio Galati e Laura Montanari di Repubblica, gentilissimi, simpatici, che hanno scritto un libro fantastico in cui, dietro a spiegazioni e aneddoti, dietro alla frenesia e all'accavallarsi di scoop, informazioni, notizie e fonti, è sempre presente e visibile, come un filo rosso, come la stella polare, il richiamo all'etica, alla responsabilità, all'attenzione e all'aderenza ai fatti. Mi piace pensare che è seguendo questo filo rosso che si formeranno i giornalisti del futuro, quelli a cui, volenti o nolenti, dovremo la nostra conoscenza di ciò che accade vicino e lontano a noi.